Air Guitar Festival

aprile 17, 2008 in Spettacoli da Gabriella Grea

air guitarVerdone, allo specchio della sua camera, ripete le movenze, copia il look, ripropone gli stessi medaglioni patacca esibiti dall’intramontabile mito ELVIS PRESLEY.

Quanti al riparo dagli sguardi indiscreti, cantando a squarciagola sotto la doccia, non hanno mai fatto il verso all’assolo di un chitarrista? Uscite allo scoperto… Con i vestiti! Il palcoscenico dell’Airguitar vi aspetta.

L’allestimento dell’Airguitar è molto semplice: un palco, un potente impianto audio, una musica portante dominata da un “solo” di chitarra esplosivo. Si può partecipare da soli o in gruppo: alla chitarra si aggiungeranno quindi basso, tastiera, e batteria per dare vita ad una vera e propria band, aprendo i cancelli della mente e liberando la fantastica passione per il rock.

Chi non sa suonare la chitarra, ma si sente comunque un grande musicista ora ha la possibilità di uscire allo scoperto dimostrando cosa possono fare le sue mani con il pezzo rock preferito.

Chi fosse interessato alle selezioni torinesi dell’Air Guitar Festival può scrivere una mail a [email protected] scrivendo nell’oggetto “Air Guitar”. L’iscrizione è gratuita.

La selezione regionale si terrà sabato 19 aprile al Music Club Evadamo (via Schiapparelli 16/b Torino) ed i migliori classificati parteciperanno alla competizione finale nazionale (a fine estate in una location ancora da definire) e che decreterà l’air guitarist che rappresenterà il nostro paese alla finale mondiale!

Nel corso della serata verrà messo in palio per tutto il pubblico di iMusik un biglietto per il Gods of Metal del 27 giugno (guest star Iron Maiden).

L’Airguitar arriva a Torino dopo il successo riscosso nel nord Europa, negli Stati Uniti e in Giappone. Vi propongo il link con l’esibizione che ha permesso al giapponese Ochi ‘Dainoji’ Yosuke di vincere per la seconda volta il Campionato Mondiale di Airguitar andato in scena l’anno scorso a Oulu in Finlandia:

http://www.youtube.com/watch?v=nwqj f-kWsSk

Il promotore locale della manifestazione è IMusik, la giovane organizzazione di concerti e serate composta da Diego “Glaze” Grandi, Davide “Dave” Novelli insieme a Gabry & Ghuntar che da qualche mese ci regala un sabato sera fatto di concerti di qualità e intrattenimento gratuito nel locale di via Schiaparelli. L’iMusik Night ogni sabato ha dedicato un’area (gratuita) a Guitar Hero3 il celebre rythm game grazie al quale tutti possono diventare musicisti simulando di suonare la chitarra. La partecipazione oltre che massiccia ha riscontrato un incredibile entusiasmo di pubblico.

Sabato 19, in apertura di serata, si esibiranno i torinesi Ophydian, che giocheranno in casa con il loro metal alternativo e fuori dagli schemi, così come gli Stolen Mirror, mentre dalla Svezia ariveranno sul palco dell’Evadamo i Cowboy Prostitutes grandi promesse della scena rock alternativa europea.

Qualche info in più sulle band.

Gli Ophydian nascono a Torino nel 2000. Da subito le composizioni risultano essere molto versatili e disposte ad accogliere al proprio interno diverse sonorità e generi. Questo modo di creare musica rimarrà una costante della band, la quale trasformerà in pochissimo tempo le atmosfere di un metal frenetico ed infuriato in una proposta musicale matura ed estremamente personale. Le recensioni positive di “Modulation Silente” del 2003, i conseguenti concerti in giro per l’Italia e il successivo lavoro “Sub_Version” (2004) spianano la strada primo full length “The Perfect Symbiosis” (2006) dove il metal si fonde al rock creando un suggestivo equilibrio di sensazioni e stati d’animo. Il 2006 per gli Ophydian è un anno importante perché porterà la band compiere un tour europeo che toccherà Slovenia, Austria, Svizzera, Inghilterra e ad esibirsi in autunno con i Dry Kill Logic (Repossession Records). Line up: Gianlu (voce e basso), Marco (chitarra), Luca (chitarra) e Edo (batteria).

Gli Stolen Mirror nascono a Torino verso la fine del 2003 e fin dall’inizio cercano di comporre brani originali e rappresentativi. Nel gennaio 2005 iniziano la registrazione del loro album d’esordio “Meanings”. Segue un tour ricco di date ed entusiasmi che li ha portati, dallo scorso luglio, a lavorare in studio al loro secondo album. Line up: Thomas Andrew (voce), Nick Girardis (basso), Rick Romano (chitarra) e Jo Sisi (batteria).

I Cowboy Prostitutes si sono formati a Orebro, Svezia. Ma c’è anche un pezzo d’Italia nella loro line up: il frontman, Luca Isabelle, è nato a Venezia ed è arrivato in Svezia dopo essere vissuto a Londra. Gli altri sono Anders Wickstrom, chitarre, Andreas Stromback, tastiere, Pistolper alla batteria. La band unisce le atmosfere anni 80 americane con la potenza e attitudine del Punk, il tutto condito con un pizzico di sano heavy metal. Con il loro nuovo album “Swingin’ at the fences” presentano pezzi diretti come “Rock’n’Roll jail” e “Pirate Town” così come ballate come “Roseline” e “Down the drain”. Di loro si dice che impressioni soprattutto la maturità che dimostra doti tecniche, di songwriting e affiatamento che si riscontrano, in genere, solo nei veterani del rock’n roll.

Per ulteriori informazioni:

Music Club Evadamo via Schiaparelli 16/b Torino

http://www.imusik.it

telefono: 349/5641634 – 338/4775445

di Gabriella Grea