Aeroporto di Torino: nell’élite della qualità

settembre 28, 2001 in Attualità da Claris

Con la pubblicazione della quarta edizione della Carta dei Servizi, Sagat comunica ai clienti dell’aeroporto gli standard offerti e i principali risultati conseguiti nel corso del 2000.

Fabio Battaggia, amministratore delegato Sagat, spiega: “L’attenzione alla qualità del servizio offerto ai passeggeri e l’impegno della nostra azienda sono stati ancora una volta confermati dai risultati ottenuti nel corso del 2000. La Carta dei Servizi rende noti gli impegni che ci assumiamo nel 2001 e, da quest’anno, amplia il numero di indicatori messi sotto osservazione. Vogliamo così offrire standard sempre più puntuali e informazioni sempre più chiare ai nostri clienti”.

La Sagat, val la pena di ricordarlo, è stata la prima società di gestione aeroportuale italiana a dotarsi di questo strumento nel 1998. Quest’anno in rappresentanza degli scali nazionali ha partecipato alla commissione ENAC (Ente Nazionale Aviazione Civile) per definire il nuovo schema di riferimento per la compilazione della Carta dei Servizi, ampliando il numero degli aspetti del servizio da sottoporre a costanti rilevazioni di qualità.

Nell’edizione di quest’anno sono, infatti, quaranta gli indicatori della qualità del servizio per i quali la Sagat esprime uno standard che si impegna a rispettare. Un’ulteriore novità è poi costituita dall’elenco dei servizi che la Sagat fornisce ai passeggeri a ridotta mobilità.

Per quanto riguarda i risultati conseguiti dalla Sagat, il 2000 ha confermato ottime performance in termini di soddisfazione dei passeggeri. Grazie alle tre rilevazioni annuali svolte dall’Istituto di ricerche Cirm – che ha intervistato circa 4.000 passeggeri – si è evidenziato l’elevato livello di soddisfazione dichiarato dai passeggeri dell’aeroporto di Torino. L’impegno della Sagat, riportato sulla Carta dei Servizi del 2001, è quello di innalzare ulteriormente queste percentuali.

Buoni anche i risultati dei monitoraggi svolti da Sagat che hanno permesso di mettere in luce, tra l’altro, il miglioramento dell’efficienza del servizio di informazioni telefoniche, la riduzione dei tempi di attesa per la riconsegna dei bagagli e la riduzione del numero di ritardi dovuti alle attività di scalo.

Si conferma elevata la soddisfazione in merito alla disponibilità di carrelli portabagagli, mentre è aumentato il numero dei monitor per le informazioni sui voli.

Un risultato inferiore alla media dei giudizi ha invece riguardato i collegamenti autobus con la città. Sagat, anche grazie alla recente attivazione del collegamento ferroviario con l’aeroporto, realizzato e gestito dalla società Satti, confida in un miglioramento dei collegamenti pubblici con la città.

di Claris