Addio derby di Coppa

ottobre 26, 2001 in Sport da Giovanni Rolle

Il Toro baby non ce la fa a passare il turno di Coppa Italia contro la Sampdoria. Il 2-2 del Delle Alpi, sommato all’1-1 di Genova, condanna i granata, pur passati per due volte in vantaggio, all’eliminazione e sfuma pertanto la suggestiva possibilità di altri due derby contro la Juventus.

Come nell’andata a Marassi, anche giovedì sera Camolese ha schierato una formazione giovane, lasciando in tribuna tutti i titolari. In attacco la coppia Calaiò-Tiribocchi, mentre a comandare la difesa, davanti a Sorrentino, c’era il promettente Martinelli. Ed è proprio da un’incornata del libero è scaturito il primo vantaggio granata: all’11’ il gioiello della Primavera deviava sotto la traversa un preciso cross di Semioli. Il vantaggio del Torino durava dieci minuti esatti, infatti, al 21′, la retroguardia granata si faceva trovare impreparata, permettendo ad Esposito di inventarsi la rete dell’1-1 con un’azione personale. La formazione di Camolese riusciva tuttavia ad andare al riposo in vantaggio, grazie al gol segnato al 27′ da Tiribocchi, che, pescato sul filo del fuorigioco da un preciso lancio di Brambilla, non lasciava scampo a Mondini. I granata andavano vicini al colpo del ko con Martinelli e per due volte con lo stesso Tiribocchi, ma, a metà ripresa, mentre il Torino sembrava controllare abbastanza agevolmente il vantaggio, giungeva il definitivo pareggio sampdoriano. Al 23′ il fiscale Pellegrino sanciva, su segnalazione del guardalinee Manari, un tocco di mano forse involontario di Comotto con la massima punizione. Come già all’andata, era Flachi a regalare dal dischetto il pareggio ai blucerchiati. Nei minuti che rimanevano da giocare i granata cercavano disperatamente il gol qualificazione. Camolese tentava anche la carta delle tre punte, mandando in campo l’interessante Omolade al posto di Scarchilli, ma sarà la Sampdoria ad affrontare la Juventus negli ottavi di finale in programma a novembre.

Nota positiva nella serata granata il rientro al Delle Alpi di Scarchilli. In campo fina dal primo minuto, il fantasista granata ha dispensato saggi della sua classe, pur essendo naturalmente ancora lontano dal ritmo partita.

Al termine della gara il tecnico granata Camolese ha commentato così l’eliminazione: “Mi spiace per i ragazzi che non avrebbero meritato la delusione dell’eliminazione. A parte il gol di Esposito, dove ci siamo colpevolmente aperti, i ragazzi hanno disputato un’ottima partita contro una formazione di valore come la Sampdoria. Nell’arco delle due partite avremmo meritato più noi la qualificazione. Purtroppo siamo stati condannati da una decisione del guardalinee”.

Torino – Sampdoria 2 – 2

  • Reti

    11′ Martinelli (T), 21′ Esposito (S), 27′ Tiribocchi (T), 23′ st rig. Flachi (S).

  • Torino

    Sorrentino; Garzya, Martinelli, Comotto; Semioli, Brambilla, Scarchilli (30′ st Omolade), Vergassola, Castellini; Calaiò, Tiribocchi. All. Camolese.

  • Sampdoria

    Mondini; Sakic, Grandoni, Conte; Traversa, Esposito (30′ st Sanna), Jurcic, Cucciari (13′ st Flachi), Bonomi; Jovicic, Possanzini (19′ st Vasari). All. Bellotto.

    Arbitro: Pellegrino di Barcellona Pozzo di Gotto.

    Ammoniti: Conte (S) e Comotto (T).

    Spettatori: paganti 4.766, incasso 109.235.000 lire.

    di Giovanni Rolle