A Cella Monte i premi di “Comuni Fioriti”

ottobre 23, 2007 in Medley da Claris

comuni fioritiUn evento di grande portata per un piccolo borgo incastonato tra le Colline del Monferrato alessandrino: Cella Monte, con i suoi fiori, i suoi sapori, la sua storia secolare, il 3 novembre prossimo (sabato) sarà la cornice della premiazione ufficiale del primo concorso nazionale “Comuni Fioriti”, promosso da Asproflor (Associazione Produttori Florovivaisti) in collaborazione con il Distretto dei Laghi e la Coldiretti.

Un momento importante, che svelerà i nomi e le qualità dei Comuni “più fioriti” d’Italia, scelti da una commissione di valutazione su una rosa di 106 partecipanti (appartenenti a 12 regioni e 26 province diverse). La premiazione avverrà a partire dalle ore 10.30 presso il Palatenda alla presenza di autorevoli personalità della società civile. Per l’occasione è previsto anche uno speciale annullo filatelico.

“La scelta di Cella Monte non è casuale – dice Renzo Marconi, presidente nazionale Asproflor – ma, anzi, premia la vittoria della prima medaglia d’argento italiana al concorso dei “Comuni Fioriti” europei “Entente Florale”: medaglia vinta appunto da Cella Monte nel primo anno di partecipazione per il nostro Stato.

E anche quest’anno ci sarà da festeggiare un nuovo e ancor più importante primato internazionale: grazie a Limone Piemonte (una delle due concorrenti italiane con Omegna) siamo infatti riusciti a vincere addirittura la medaglia d’oro, entrando così nel novero delle realtà locali europee dove i fiori sono simbolo di un’eccellente qualità della vita”.

E ancora di “Entente Florale” (di cui il concorso nazionale è partner unico ed ufficiale per l’Italia) si parlerà il 3 novembre a Cella Monte poiché, sempre a margine della premiazione dei “Comuni Fioriti”, verranno resi noti i nomi dei prossimi due concorrenti italiani alla competizione europea, ovvero una città ed un paese scelti fra i più meritevoli e preparati rispetto al novero delle iscrizioni ricevute.

In ogni caso, a tutti i Comuni che si sono iscritti al concorso nazionale – e che, quindi, si sono impegnati tutta la primavera e tutta l’estate a “fiorire il territorio nel segno dell’accoglienza – verrà consegnato il cartello indicatore di “Comune Fiorito” (con un gradiente variabile da uno a quattro fiori, secondo il giudizio espresso dalla giuria) da apporre all’ingresso del paese o della città partecipanti.

di Claris