A Biella con i professionisti del Volo Libero

gennaio 17, 2008 in Sport da Cinzia Modena

Logo FIVLLa Federazione di Volo Libero organizza a Biella, per il due e tre febbraio, una weekend per appassioanti di deltaplano e parapendio. Incontri con protagonisti della scena volo libero e prova del sito dell’Alpe Muanda. Un week-end biellese tutto dedicato a tutti gli appasionati del cielo.

  • Dibattiti e incontri

    Domenica 3 febbraio si svolgerà a Biella un importante incontro formativo destinato ai praticanti il volo libero, vale a dire il volo senza motore in parapendio e deltaplano, delle regioni Piemonte, Lombardia, Valle d’Aosta e Liguria.

    Con il patrocinio del Comune di Biella e grazie all’impegno dell’assessore allo sport Rinaldo Chiola che ha promosso il progetto, alcuni fra i migliori piloti italiani saranno i relatori dell’incontro previsto presso la sala conferenze della Biverbanca: Cristian Chiech, più volte campione del mondo di deltaplano; Maurizio Bottegal, campione Italiano e campione europeo di parapendio; Damiano Zanocco, esperto metereologo con all’attivo una pubblicazione di grande successo tra i piloti, “Sulle Nuvole”, una vasta ed interessante raccolta di foto ed informazioni sui fenomeni meteorologici in

    riferimento al volo.

    fotozanoccoL’appuntamento, inserito in un ampio calendario che la FIVL (Federazione Italiana Volo Libero) organizza su tutto il territorio italiano, prevede una serie di interventi finalizzati a migliorare la preparazione e la sicurezza

    dei piloti di volo libero.

    A Biella si raccoglieranno i praticanti del nord-ovest e vedrà la partecipazione di rappresentati del direttivo

    nazionale della stessa federazione. Seguiranno gli appuntamenti di Borso del Grappa (Treviso), Catania (o Messina), Lucca e Norma (Latina).

  • Il campo di volo dell’Alpe Muanda

    L’Associazione “I Barbagianni”, storico sodalizio biellese di piloti di deltaplano e parapendio, curerà invece l’ospitalità dei partecipanti nel giorno precedente, sabato 2 febbraio, accompagnando coloro che vorranno approfittare dell’occasione per sperimentare il favoloso sito di volo

    dell’Alpe Muanda. Oltre a finalità meramente ludiche, il direttivo del gruppo biellese si augura di avviare con l’iniziativa un turismo sportivo che in altre zone si è rivelato vincente anche per le attività commerciali ed alberghiere.

    di Cinzia Modena