8 giorni di grande spettacolo

luglio 18, 2004 in Spettacoli da Claris

I balli di Fame e gli echi del Vento d’estate di Max Gazzé sono ancora ben presenti negli occhi e nelle orecchie del numeroso pubblico che l’altra settimana ha invaso Colonia Sonora, ma non ci si può addormentare tra due guanciali canticchiando i motivi ascoltati perché in un crescendo degno di un grande festival nuovi spettacoli sono pronti e nuovi cantanti stanno per infiammare la platea.

L’inizio è questa sera con Sabina Guzzanti, che, come sempre, non risparmierà sberleffi e affondi, coniugando l’urgenza civile e politica della parola alla forma teatrale della satira irriverente. Comica che affronta i temi complessi dell’oggi, quali la politica e il paese reale, i giovani, l’informazione e la televisione, la cronaca macabra e i santi, gli intellettuali, la fiction, il terrorismo, la guerra e le armi, l’Iraq, gli psicopatici al potere, porta in scena a Collegno “Reperto Raiot”, il suo nuovo spettacolo teatrale scritto con la collaborazione di Carlo Gabardini e Curzio Maltese.

Lo spettacolo traccia un percorso virtuale all’interno del quale si trova anche il “reperto Raiot”, pretesto dal quale parte un’analisi dei mezzi d’informazione e della politica del nostro paese vista attraverso gli occhi sia di Sabina come se stessa, che di una lunga galleria di personaggi da lei interpretati come Bruno Vespa, Barbara Palombelli, l’onorevole Bottiglione, Antonella Clerici e altri i quali, con testi inediti, tracciano un’inquietante quadro dell’Italia degli ultimi anni fino a far apparire sul palco un Berlusconi in una veste sorprendente, che dispensa agli italiani improbabili consigli per poter vivere bene ed “interpretare al meglio” le leggi emanate dal suo governo.

Sul palco con Sabina ci sono anche due musicisti, Maurizio Rizzuto alle percussioni e Danilo Cherni alle tastiere, che la accompagnano dal vivo nelle esecuzioni di musiche e canzoni inedite a cura di Riccardo Giagni, dai contenuti fortemente satirici. La regia è curata da Giorgio Gallione.

Martedì serata rock con i Modena City Ramblers, la celebre band emiliana che presenta le nuove canzoni dell’ultimo album, “¡Viva la Vida, Muera la Muerte!”, per un concerto d’impegno e d’emozioni.

“Le canzoni di questo disco sono state composte in alcuni casi prima del nostro viaggio di inizio 2003 nelle comunità maya di Chiapas e Guatemala, in altri dopo. La scelta di includerle, però, è stata guidata per tutte dall’ideale sollecitazione posta dal titolo.” Il lavoro in studio ha permesso di sviluppare un suono e un’attitudine musicale che, proseguendo il discorso iniziato con “Radio Rebelde” (2002), ha il senso compiuto di una solida maturità raggiunta dalla band. Dopo mezzo milione di dischi venduti in dieci anni, dagli esordi del 1994 di “Riportando tutto a casa” ad oggi, decine di tour in giro per l’Italia, l’Europa, il Sudamerica e l’Africa, i Ramblers di “¡Viva la Vida, Muera la Muerte!” trovano il perfetto equilibrio tra poesia e lotta, vocazione internazionalista e amore per le proprie tradizioni, curiosità per i suoni e le canzoni di tante diverse culture e desiderio di sperimentare e cercare nuove strade espressive. E i temi non cambiano: brani come “Ebano”, “Stelle sul Mare” e “Lontano” parlano di vite dure, fatte di rinunce, sofferenze, emigrazione, sogni irraggiungibili, distanze. Ma pure colme di dignità, anche nella povertà o nel sapersi essere sfruttate, perché, comunque vada, si è tentato qualcosa.

I Linea 77 esaltano la serata di mercoledì. Dal ‘93 ad oggi la band ha percorso uno straordinario cammino verso la maturità artistica che l’ha portata ad essere considerata una delle più interessanti realtà sull’intero panorama hard rock europeo. E da poche settimane è disponibile nei negozi il dvd “Numbed”, con cui i Linea 77 hanno scardinato il muro dell’omertà che vuole l’heavy come un suono destinato a un manipolo di eletti. La concezione pop che fa parte del bagaglio dei cinque torinesi è finalmente emersa senza paura, condensandosi nella strana creatura partorita con Samuel, Boosta, Max, Ninja & Vicio. Dopo i fasti di “Fantasma” e di “Third Moon”, ecco il colpo al cuore del sistema!

GIovedì 22 luglio tocca agli Architorti, l’eccezionale quintetto d’archi guidato da Marco Robino in un inedito concerto a metà tra un repertorio di musica classica e cover riarrangiate di Sex Pistols, Clash e altri gruppi storici emblemi dell’epopea della musica punk.

Il quintetto Architorti, nato nel novembre ‘94 per iniziativa di alcuni musicisti del pinerolese con diversificate esperienze musicali, con l’uscita a novembre del 2000 del primo cd, e nel novembre 2001 del secondo, prodotti da Radio Beckwith, continua la ricerca, lo studio e il perfezionamento nel campo della musica trascritta e riadattata con un prodotto semplice, dinamico, dal carattere giocoso, pensato in primo luogo per omaggiare quel pubblico che fin dai primi momenti lo ha sostenuto ed incoraggiato.

Venerdì 23 luglio divertimento assicurato con gli 883. Max Pezzali, ad oltre dieci anni dal successo di “Hanno ucciso l’uomo ragno” mantiene una verve eccezionale e riesce a far cantare i sempre numerosi fan, forte delle tante scalate alle vette più alte delle classifiche pop italiane ed internazionali.

In chiusura di settimana, sabato 24 luglio, gli Stiliti e i Sunny Boys, prima della chiusura a sorpresa della manifestazione, lunedì 26 luglio, con una edizione speciale dell’Aida.

Colonia sonora 2004

Parco della Certosa Reale

C.so Pastrengo – Collegno

Lunedì 19 luglio – Sabina Guzzanti

ingresso 15 euro

Assoluta protagonista della comicità italiana, Sabina Guzzanti presenta Reperto Raiot, il suo nuovo audace spettacolo. scheda

Martedì 20 luglio – Modena City Ramblers

ingresso 7 euro

La celebre band emiliana in un concerto d’impegno e d’emozioni presenta le nuove canzoni di ¡Viva la Vida, Muera la Muerte! scheda

Mercoledì 21 luglio – Linea 77

ingresso 8 euro

A Colonia Sonora la rock band di Venaria che ha raccolto consensi in tutta Europa per il suo ultimo album Numb. scheda

Giovedì 22 luglio – Architorti

ingresso gratuito

L’eccezionale quintetto d’archi di Pinerolo in un inedito concerto di cover riarrangiate di Clash, Ramones e tanti altri. scheda

Venerdì 23 luglio – Max Pezzali

ingresso 15 euro

Sul palco di Colonia Sonora il gruppo che ha scalato le vette più alte delle classifiche pop italiane ed internazionali.

Sabato 24 luglio – Stiliti + The Sunny Boys

ingresso gratuito

Penultimo appuntamento del Festival: party ska con gli Stiliti che presentano il loro nuovo CD. Aprono la serata i Sunny Boys.

Lunedì 26 luglio – Aida

Posto unico a sedere :25,00€ + prev.

Riduzioni a 20,00€ per over 60; tessere CRAL; abbonati Torino Spettacoli; abbonati Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI (riduzioni disponibili presso Box Office di Ricordi e casse della Certosa Reale).

La grande opera di Giuseppe Verdi viene proposta a prezzi popolari in uno spazio all’aperto, con l’intento di offrire a tutti la possibilità di assistere ad una vera e propria opera lirica popolare nell’ambito di una rassegna estiva.

di Claris