7 DOC – Volti e storie di migranti

maggio 20, 2009 in Attualità da Redazione

Da mercoledì 20 a venerdì 22 maggio 2009, alle ore 21, la Sala Movie del Cineporto sarà protagonista della rassegna cinematografica di docu-film su storie legate alla migrazione. L’evento è organizzato da EIE con il contributo della Circoscrizione Sette e in collaborazione con Film Commission Torino Piemonte e Coop Animazione Valdocco.

Tre serate, quattro film documentari di rilevanza internazionale in Circoscrizione 7.

Dopo l’enorme successo dell’anno scorso, ecco che nuovamente si osserva la realtà, attraverso gli occhi del cinema documentario.

Quest’anno il tema scelto è quello della migrazione: argomento toccante, delicato, complesso e di grande rilevanza sociale che può essere declinato in molti modi, affrontato secondo varie modalità e con diversi strumenti.

Nella migliore tradizione del cinema del reale e del suo linguaggio narrativo, quattro storie di persone, famiglie e comunità che vivono sulla propria pelle le gioie e le fatiche, gli insuccessi e le speranze di essere migranti.

Volti e storie che raccontano e mostrano le diverse realtà e vicissitudini, senza, di fatto, voler dimostrare nulla.

Uno sguardo sulla realtà per cercare di comprenderla al meglio e ipotizzare percorsi possibili; ed è anche per questo motivo che, nell’ultima serata, ci sarà un dibattito e un confronto su quello che si è fatto e su quanto (e molto) ci sia ancora da fare.

  • La prima serata – mercoledì 20 maggio – offrirà una prospettiva storica con Dallo zolfo al carbone di Luca Vullo, il film-documentario più premiato a vari festival internazionali (finalista ai David Donatello 2009).

    Una proiezione dedicata all’immigrazione italiana all’estero all’inizio del secolo, la storia del distacco dal proprio Paese, delle difficoltà di insediamento e di integrazione, la durezza ed i rischi del lavoro che tanti nostri connazionali hanno dovuto affrontare nelle miniere di Charleroi in Belgio, la difficoltà di non sentirsi mai a casa né in terra straniera, né in quella d’origine.

    A seguire verrà proiettato il cortometraggio Maria Jesus dei fratelli De Serio che, attraverso il linguaggio della docu-fiction, offre un nuovo punto di vista, raccontando la storia di una donna immigrata nella nostra città.

  • La seconda serata – giovedì 21 maggio – offrirà una prospettiva più radicata nel presente e si concentrerà sul fenomeno dell’immigrazione nel nostro Paese attraverso il film documentario Come un uomo sulla Terra di Andrea Segre, Riccardo Biadene e Dag Mawy Ymer, che propone storie recenti di immigrazione in Italia, sottolineando gli aspetti di difficoltà legati non solo all’arrivo ed all’inserimento in un contesto nuovo, ma al disorientamento ed alle ingiustizie e frodi che il sommerso “mercato” dell’immigrazione pone in essere sfruttando le illusioni e le urgenze di trovare una vita migliore.

    Il film sarà introdotto da Silvia Pescivolo del Coordinamento Rifugiati di Amnesty International.

  • La terza serata – venerdì 22 maggio – avrà come tema centrale l’incontro e la possibile convivenza tra chi migra e chi si ritrova ad ospitare. Una delle realtà più significative in questo senso è Porta Palazzo che è proprio il luogo in cui è ambientato il film documentario Overbooked di Stefano Strocchi che racconta di un’agenzia di viaggi, fondata da un italiano e un marocchino, diventata punto di riferimento per tanti stranieri regolari di cui conosceremo storie e vissuti. Il film ha ottenuto riconoscimenti internazionali ed è stato co-prodotto con l’emittente americana ITVS.

    La rassegna di tre serate avrà come momento finale un dibattito aperto sullo “stato dell’arte” relativo alle politiche sull’immigrazione, con ospiti istituzionali ed esperti in materia tra cui l’Assessore all’integrazione della Città di Torino Ilda Curti, il capogruppo regionale del PDL Angelo Burzi, il Presidente della Circoscrizione Sette Piero Ramasso e lo scrittore iracheno Younis Taufik, con i quali la cittadinanza potrà confrontarsi e dibattere.

    7 DOC – Volti e storie di migranti

    Sala Movie del Cineporto,

    Via Cagliari 42 a Torino.

    di Redazione