15 novembre X-Day Microsoft

febbraio 2, 2002 in Technology da Redazione

25075(2)Il 15 novembre 2001 sarà ricordato nell’ambiente videoludico come il giorno in cui Microsoft è scesa nell’arena dell’agguerrito mercato delle console casalinghe, con il preciso intento di spodestare Sony e la sua Playstation 2 da leader del mercato e di dare filo da torcere al GameCube di Nintendo.

X-Box, questo il nome della console Microsoft è decisamente “atipica” come macchina da gioco.

Innanzitutto è statunitense e la storia vuole che qualsiasi console non-giapponese, in passato sia stata un clamoroso flop.

L’altra cosa che fa storcere il naso ai puristi è sicuramente l’architettura interna. X-Box si basa su componentistiche “da PC” il cui cuore è un processore Intel Celeron a 733 Mhz coadiuvato da una scheda grafica creata apposta da nVidia, leader del settore nel mercato PC. Interessante la presenza di un Hard Disk (10 giga però sembrano pochi) e della scheda ethernet che promette connessioni a banda larga per il gioco on-line.

Ma il nuovo gioiello di Bill Gates ha molte frecce al suo arco: c’è Microsoft alle spalle, la più grossa Software Company del mondo, il che significa pubblicità, eventi sponsorizzati ad hoc, insomma grande presa sul pubblico. L’architettura interna che molti criticano in realtà ha dalla sua il vantaggio di essere un hardware conosciutissimo dagli sviluppatori che non avranno certo problemi a sfruttarlo a dovere, problemi invece riscontrati agli inizi su Playstation 2.

Come si dice in questi casi però il successo di una console non lo fa l’hardware ma il software e i giochi presentati da Microsoft nelle varie fiere durante il 2001 hanno sì impressionato per qualità grafica, ma alcuni appassionati hanno denunciato una mancanza di giocabilità, vero punto di forza di un gioco insieme all’aspetto grafico.

La line-up di partenza vede comunque titoli decisamente appetibili quali Dead or Alive 3 (un picchiaduro ad incontri dalla grafica superba), Munch Odysse (platform tridimensionale molto carino) e Halo, un titolo a sfondo militaristico che doveva essere sviluppato per più piattaforme ma di cui Microsoft si è assicurata l’esclusiva.

Sfortunatamente X Box non verrà importato ufficialmente in Europa fino a Marzo 2002 , ma si potrà comunque provare e acquistare, dal 15 novembre in poi , di importazione parallela nei negozi che offrono questo servizio, a patto naturalmente di pagarlo una cifra decisamente alta.

di Davide ‘Zak’ Moretto